Home Motori TV NUOVA VW PASSAT: ELETTRICA, AUTOMATIZZATA E CONNESSA

NUOVA VW PASSAT: ELETTRICA, AUTOMATIZZATA E CONNESSA

Il countdown è iniziato: a settembre la Volkswagen introdurrà sul mercato una versione profondamente aggiornata dal punto di vista tecnico della nuova Passat. Una vettura che non ha bisogno di presentazioni, bestseller a livello mondiale della classe media, già venduta in oltre 30 milioni di esemplari, la cui evoluzione apporta ora modifiche sostanziali: grazie ai sistemi di infotainment di nuova generazione, questa Volkswagen è in grado, a richiesta, di essere sempre collegata online, introducendo così a bordo nuove funzioni e servizi all’avanguardia. Al tempo stesso, una serie di nuovi sistemi di assistenza, come il Travel Assist, aumentano sicurezza e comfort, facendo della Passat la prima Volkswagen in grado di viaggiare in modalità parzialmente automatizzata fino a una velocità di 210 km/h. La nuova Passat sarà nuovamente proposta nelle versioni berlina a tre volumi e Variant, oppure in alternativa si può optare per la Alltrack o la GTE. All’esterno si presenta come una vettura che non ha subito delle grandi rivoluzioni, anche se sono stati ridisegnati i paraurti anteriori e posteriori, così come la calandra, in più sono stati aggiornati i gruppi ottici con l’aggiunta della tecnologia a LED. A livello di dimensioni la nuova Passat non cambia: la lunghezza è di 4,7 metri, con un passo di quasi 2,8 metri. Questo a vantaggio del comfort e dell’abitabilità interna, di sicuro rilievo e vanto. Il bagagliaio nella versione Variant ha una capienza di 650 litri che con l’abbattimento degli schienali arriva fino ai 1.780.

La Alltrack è la versione che esteticamente si differenzia per avere dei passaruota più larghi e dei paraurti modificati con la protezione del sottoscocca, ideali per effettuare anche del fuoristrada, anche perché questa versione dispone dellatrazione integrale 4Motion e soprattutto di un’altezza maggiorata da terra che le permettono di immettersi anche in strade non battute e dissestate. La GTE è invece la versione ibrida proposta dalla VW per la sua Passat ed anch’essa si distingue esternamente per alcuni dettagli esclusivi come le pinze dei freni blu e le luci di marcia diurne a LED a forma di C.

All’interno troviamo dei nuovi elementi decorativi e nuovi tessuti, abbiamo dei pannelli porta ridisegnati, una strumentazione digitale inedita e un nuovo volante multifunzione. Il classico orologio analogico posto al centro della plancia saluta per lasciare spazio ad una scritta Passat retroilluminata. Il Digital Cockpitintegrato da 10,2″ è la grande novità, si tratta di una strumentazione digitale che dà un tocco di vera modernità all’ultima nata di Wolfsburg. Al centro della plancia abbiamo invece uno schermo touch screen da 9,2″ (a richiesta) con il quale si comanda il nuovo sistema di infotainment MIB3. La risoluzione e la rapidità di risposta sono veramente notevoli. Per la regolazione della climitazzazione ci sono a disposizione una fascia di bottoni e tre manopole disposte in fila orizzontale, come da tradizione.

La terza generazione della piattaforma modulare di infotainment MIB3 è la grande novità di Passat e del mondo VW, perché ha a disposizione una serie di funzioni innovative come l’App Connect Wireless che consente l’integrazione senza fili delle app per iPhone tramite Apple CarPlay. In più c’è la possibilità (a richiesta) di avere la Passat connessa con la Online Connectivity Unit integrata e comprensiva di scheda SIM. Non mancano ovviamente i servizi per la navigazione, perfezionati con informazioni in tempo reale, attraverso Volkswagen We e i relativi servizi online mobili integrati.

Ulteriore novità è il Travel Assist di serie su tutta la gamma, parliamo di un sistema di assistenza comprensivo di: Traffic Jam Assist, di supporto nelle situazioni di traffico, ACC predittivo, Lane Assist e Front Assist. La Passat è la prima creazione di Volkswagen in grado di viaggiare con guida parzialmente automatizzata in quasi tutto il range di velocità (da 0 a 210 km/h con DSG, da 30 a 210 km/h con cambio manuale) grazie a questo sistema. Volkswagen porta sulla Passat porta il nuovo motore diesel, il 2.0 TDI Evo da 150 CV a quattro cilindri, fiore all’occhiello della next generaton dei propulsori di Wolfsburg. Quest’unità consente di emettere nell’aria un quantitativo di CO2 molto più basso rispetto all’analogo motore di precedente generazione, garantendo consumi ridotti e prestazioni sempre all’altezza. Le motorizzazioni per il mercato italiano saranno: 1.6 TDI da 120 CV, 2.0 TDI da 150 CV e 2.0 TDI da 190 e 240 CV, mentre ci sarà un solo benzina, il 1.5 TSI da 150 CV. Tutti quanti sono provvisti di filtro antiparticolato e rispettano la normativa Euro 6D-temp.
A disposizione vi è anche un’unità ibrida plug-in che va ad equipaggiare la versione GTE, composta da un powertrain formato da un motore 1.4 TSI da 156 CV combinato con un’unità elettrica da 115 CV, per una potenza complessiva di 218 CV. Rispetto alla versione precedente sono stati fatti dei significativi miglioramenti, infatti adesso è stata aggiunta una batteria da 13 kWh rispetto a quella da 9,9 del passato, che permettono di viaggiare con modalità 100% elettrica con un’autonomia di 55 km secondo il ciclo WLTP, raggiungendo anche una velocità massima di 140 km/h.

Nei concessionari italiani a partire da settembre, la nuova Volkswagen si presenterà con due allestimenti: Business ed Executive.

CONDIVIDI