Home Motori TV MV AGUSTA CELEBRA I PAESAGGI ITALIANI CON UNA SERIE DI CORTOMETRAGGI INTITOLATI...

MV AGUSTA CELEBRA I PAESAGGI ITALIANI CON UNA SERIE DI CORTOMETRAGGI INTITOLATI “IL NOSTRO BEL PAESE”

Marchio leggendario, icona globale di stile, design e tecnologia, MV Agusta oggi celebra la terra che ha visto i suoi natali, con la sua storica fabbrica incastonata nello scenario mozzafiato dei laghi e delle colline delle Prealpi. Immersa nel verde, ma a un passo da Milano, MV Agusta era l’unica vera “padrona di casa” all’EICMA 2019 che ha appena chiuso i battenti nella capitale lombarda.
Per ricordare le proprie radici italiane, saldamente ancorate a un territorio tra i più belli della penisola, MV Agusta ha prodotto una serie di cortometraggi intitolati “Il Nostro Bel Paese” per celebrare l’Italia e la sua natura. Il primo, “Motosinfonia d’Autunno” è stato girato in Trentino e vede la partecipazione di Davide Stirpe, Campione CIV Supersport, in sella a una Brutale 1000 Serie Oro.

Sulle note incantate del “Nessun dorma”, mostra l’autunno calare sulle vette appena innevate, sui laghi alpini e sui paesaggi incontaminati di una natura ancora intonsa, percorsa da strade tanto spettacolari quanto sinuose e ammaliatrici.

Timur Sardarov, CEO di MV Agusta, ha dichiarato: “Non esiste al mondo un posto come questo: la bellezza della natura, insieme alla tradizione culturale, artistica e industriale italiana sono per noi un’incredibile fonte di ispirazione e una forte motivazione per continuare a progettare e a costruire qui le nostre moto. Siamo lieti di condividere col resto del mondo quello che consideriamo essere un aspetto importante della personalità del nostro marchio, celebrando lo splendore e la grazia del ‘Bel Paese’”.

Il ciclo di cortometraggi continuerà nei prossimi mesi con “Motosinfonia d’Inverno”, “Motosinfonia di Primavera” e “Motosinfonia d’Estate”, tutte ambientate in località diverse da scoprire di volta in volta, con le arie più famose della grande lirica italiana e, naturalmente, le moto più belle della casa di Schiranna.

CONDIVIDI