Home Primanews INVASIONE DI LIBELLULE A TORINO

INVASIONE DI LIBELLULE A TORINO

Decine di migliaia di libellule stanno letteralmente invadendo la città di Torino in particolare Borgo San Paolo e piazza Bengasi. Gli insetti si sono anche posati in massa sui balconi ai piani più alti delle case, terrorizzando i residenti. Numerose sono state le chiamate ai vigili del fuoco, i quali hanno comunque rassicurato i cittadini che si tratta di animali innocui, a differenza delle cavallette con cui spesso vengono confuse, e che non ci sono pericoli per la salute umana, come hanno precisato gli stessi pompieri. Le prime segnalazioni sono arrivate giorni fa, ma il numero di libellule è aumentato a dismisura nelle ultime ore. Il fenomeno, che ha destato non poca curiosità – e anche apprensione – tra gli abitanti non è del tutto nuovo, dato che sia in passato che negli anni più recenti (come nel 2015 al Lingotto e nel 2017 a Carmagnola) sono stati avvistati e filmati grandi sciami di questi affascinanti insetti, sempre in questo periodo. Nei prossimi paragrafi spiegheremo perché possono avvenire queste “invasioni” in Piemonte e perché non c’è assolutamente nulla da temere. Come indicato, poiché la specie ama il caldo e le città sono più calde delle campagne e dei boschi circostanti, è molto probabile che gli sciami di Anax ephippiger si dirigano a Torino spinte da questo fattore. Va tenuto presente che durante la sera vi è la maggiore attività dei ditteri (come le zanzare) delle quali le libellule si cibano, e non è un caso che spesso questi sciami colossali vengano avvistati al tramonto durante la caccia.

CONDIVIDI