Home Primanews Cappela della Sindone, il 27 settembre riapre al pubblico dopo 28 anni

Cappela della Sindone, il 27 settembre riapre al pubblico dopo 28 anni

27 settembre 2018. Una data da segnare sul calendario che rappresenterà un nuovo inizio per la città di Torino. Dopo 28 anni, infatti, nel capolouogo piemontese tornerà ad essere visitabile la Cappella della Sindone, capolavoro assoluto dell’architetto Guarino Guarini e uno dei monumenti barocchi più importanti della storia dell’arte mondiale, riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Al termine di un lungo e difficile restauro che ha interessato la vertiginosa cupola, la Capella della Sindone verrà restituita al pubblico in tutto il suo splendore rientrando nel percorso di visita dei Musei Reali insieme a Palazzo Reale e alla Galleria Sabauda.

La cerimonia di apertura si svolgerà giovedì 27 settembre al Teatro Regio, alla presenza del ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli, mentre la Cappella sarà accessibile a tutti già dal giorno successivo, venerdì 28. Per tre giorni, fino a domenica 30, sarà garantito l’accesso al prezzo speciale di 3 euro. Successivamente, la visita rientrerà nel biglietto dei Musei Reali.

L’ultima tranche dei lavori di restauro ha riguardato il rifacimento dei tetti, degli infissi, degli impianti di illuminazione e la fine del consolidamento dell’edificio, oltre al completamento degli apparati decorativi interni.

La Cappella della Sindone è chiusa al pubblico dal 4 maggio 1990, quando da un cornicione interno si staccò una lastra di marmo che crollò a terra. Sette anni dopo, l’11 aprile del 1997, durante i lavori di restauro scoppiò un devastante incendio che ne aveva quasi compromesso la struttura portante. Da allora nessun visitatore ha più potuto ammirare uno dei simboli più noti di Torino, ma al contempo sconosciuti ad un’intera generazione, quella under 40. La Cappella non conterrà più la Sindone, ma sarà restituita ai turisti e ai torinesi nella sua straordinaria struttura architettonica.

CONDIVIDI