Home Primanews CADAVERI NEL PO, AUTOPSIA CONFERMA ANNEGAMENTO

CADAVERI NEL PO, AUTOPSIA CONFERMA ANNEGAMENTO

Forze dell'ordine sul luogo del ritrovamento del cadavere dell'amico del diplomatico delle Bahamas, Ramsey Alrae Keiron ritrovato ieri nel Po, a Torino, 5 giugno 2019. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Sono morti per annegamento Ramsey Alrae Keiron e John Blair Rashad Randy, i due amici delle Bahamas recuperati senza vita nel fiume Po a Torino nei giorni scorsi. Lo conferma l’autopsia effettuata dal medico legale Paola Rapetti. I due cadaveri hanno riportato un’emorragia della rocca petrosa, segno distintivo delle morti per annegamento.
Secondo l’esame autoptico, i due avevano mangiato da alcune ore.
La vescica di Ramsey era piena: un aspetto che fa pensare che avesse bevuto, ma, per sapere se i due avesse ingerito alcol o droghe, bisogna attendere l’esito degli esami tossicologici. Sul caso indagano gli agenti della squadra mobile, coordinati dai pm Enzo Bucarelli e Giulia Rizzo, che stanno cercando di ricostruire le giornate torinesi dei due uomini. Ramsey e John hanno dormito in un bed&breakfast in via La Loggia. Gli investigatori della squadra mobile della Questura hanno scoperto in una stanza chiusa del bed&breakfast i loro bagagli. La polizia indaga sul perché i trolley non fossero nella stanza dei due caraibici e su chi possa averli spostati.

CONDIVIDI