Home Primanews Al Duomo di Torino la commemorazione di Sergio Marchionne

Al Duomo di Torino la commemorazione di Sergio Marchionne

In prima fila i vertici di Fca, e quindi il nuovo Ceo Mike Manley, insieme alla famiglia Elkann, e ai vertici di tutte le società della galassia Agnelli, dalla Juventus alla Ferrari. E soprattutto le «tute blu», i lavoratori italiani del gruppo, a rendere l’ultimo omaggio a Sergio Marchionne. Oggi alle 11 al Duomo di Torino dove si è tenuta una funzione di commemorazione per il top manager italo canadese scomparso il 25 luglio scorso e sepolto nella tomba di famiglia in Canada, nel cimitero cattolico di Vaughan. Una cerimonia pubblica, dopo i funerali che si sono tenuti in forma strettamente privata, che sarà celebrata da Monsignor Cesare Nosiglia, alla quale parteciperanno tutti coloro, da Gianluigi Gabetti a Franzo Grande Stevens, che hanno apprezzato l’uomo e il manager che ha guidato il Lingotto per 14 anni. A Torino sono arrivate delegazioni di lavoratori da tutti gli stabilimenti italiani del gruppo, da Mirafiori, Cassino, Melfi e Pomigliano, ai quali l’azienda ha assicurato il trasferimento e la giornata di paga. Presenti anche le rappresentanze sindacali, la Fim Cisl ha già confermato la presenza. E così la Uilm. Presenti i delegati torinesi e nazionali: Claudio Chiarle e Ferdinando Uliano per i metalmeccanici della Cisl e Gianluca Ficco per la Uilm. Presenti le istituzioni. Tanti anche i rappresentanti dell’impresa: Dario Gallina numero uno dell’ Unione Industriale di Torino, Giorgio Marsiaj presidente dell’Amma, Fabrizio Ravanelli presidente di Confindustria Piemonte e Vincenzo Ilotte alla guida della Camera di commercio di Torino. Non è voluto mancare anche l’ex segretario del Pd Matteo Renzi. Dopo la commemorazione di Torino, si terrà una seconda cerimonia il 27 settembre ad Auburn Hills, dove ha sede Fca negli Stati Uniti.

CONDIVIDI